Percorso

Cittadinanza attivaUnicefC’eravamo anche noi al “Processo a Pinocchio”

C’eravamo anche noi al “Processo a Pinocchio”

manifesto1 

 

L’inatteso e gradito invito lo avevamo ricevuto il 4 maggio da parte del presidente dell’Unicef, Francesco Samengo, in occasione del convegno organizzato dalla nostra scuola sul Cyberbullismo e subito il nostro Dirigente Scolastico, Gianmarco D’Ambrosio, si era mostrato entusiasta, ma è stato grazie alla sensibilità dell’amministrazione Comunale di Castrovillari nella persona del nostro sindaco, Domenico Lo Polito, che il nostro sogno è diventato realtà.

 

uni 13

 

E così lunedì 20 maggio una delegazione di alunni delle classi terze ha avuto la possibilità presenziare nell’Aula di Montecitorio allo spettacolo teatrale “Processo a Pinocchio”, un progetto di Unicef Italia ispirato alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, di cui quest’anno si celebrano i 30 dell’approvazione.

 

uni 11

Allo spettacolo, presentato dall’attrice e conduttrice Geppi Cucciari, sono intervenuti il Presidente della Camera, Roberto Fico, la Vicepresidente, Mara Carfagna, e il Presidente dell’UNICEF Italia, Francesco Samengo.

 

trio

 

Nell’Aula di Montecitorio erano presenti oltre 600  tra bambini e ragazzi, giovanissimi attori e musicisti che per un giorno hanno lasciato i banchi di scuola e si sono seduti fra i banchi dell’emiciclo del Parlamento.

 

uni 4

 

Liberamente ispirato alle avventure di Pinocchio di Carlo Collodi, “Processo a Pinocchio” è un progetto nato dalla “penna" dell’avvocato campano Emilia Narciso, già Presidente del Comitato UNICEF di Caserta, realizzato dall’UNICEF con studenti delle scuole del territorio di Caserta per meditare sulla Convenzione ONU firmata a New York il 20 novembre 1989.

 

gruppo


La storia di Pinocchio è stata lo spunto per riflettere sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e sul ruolo degli adulti nell’educazione dei minori. L'espediente del processo ha permesso ai ragazzi di vedere le gesta di Pinocchio attraverso gli articoli della Convenzione riflettendo sul diritto allo studio, al gioco, al lavoro, sul valore delle libertà personali, sul coinvolgimento delle Istituzioni e degli adulti nella cura e nella formazione di ogni bambino attraverso una storia molto nota ed esemplare come quella del burattino di legno, che possiede ancora oggi una grande carica di attualità.

 

sintesi    integrale

 

gazzetta

 

 

Condividi con i social

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 

albo pretorio

amministrazione trasparente

IscrizioniOnLine

Ultimi in evidenza

Accesso riservato



Cerca nel sito

re

logoPNSD-AD

pulsGiornScuolaRep web

plsCittadinanza

pls Inclusione

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

fse 2014-20

pon in chiaro

indire